Cerca
  • Redazione

Nuova definizione di default: aperta consultazione per individuare i criteri

Banca d’Italia ha posto in pubblica consultazione le proposte di aggiornamenti delle segnalazioni delle banche e degli altri intermediari vigilati in relazione alla “nuova definizione di default” europea. In particolare, gli aggiornamenti proposti riguardano: la Circolare n. 115 del 7 agosto 1990 “Istruzioni per la compilazione delle segnalazioni di vigilanza su base consolidata”; la Circolare n. 272 del 30 luglio 2008 “Matrice dei conti”; la Circolare n. 148 del 2 luglio 1991 “Manuale delle Segnalazioni Statistiche e di Vigilanza per gli Intermediari del Mercato Mobiliare”; la Circolare n. 189 del 21 ottobre 1993 “Manuale delle Segnalazioni Statistiche e di Vigilanza per gli Organismi di Investimento Collettivo del Risparmio”; la Circolare n. 217 del 5 agosto 1996 “Manuale per la compilazione delle Segnalazioni di Vigilanza per gli Intermediari Finanziari, per gli Istituti di pagamento e per gli IMEL”. Le proposte di aggiornamento delle Circolari, che fanno seguito alle modifiche alla definizione di esposizioni creditizie deteriorate già introdotte per le banche con comunicazione del 26 giugno 2019, riguardano i seguenti interventi: (i) estensione della disciplina europea sulla definizione di esposizioni creditizie deteriorate agli intermediari non bancari; (ii) integrazione degli schemi segnaletici con alcuni nuovi dettagli informativi, connessi con le modifiche alla definizione di esposizioni creditizie deteriorate o per soddisfare esigenze di analisi di vigilanza macro-prudenziale; (iii) altri interventi relativi alla segnalazione finanziaria armonizzata (FINREP).

0 visualizzazioni

© 2029 by IPA - INVESTMENT PROTECTION ADVISORS

copertina ETF 11 - 03 2020.jpg

Scarica la tua copia gratuitamente

del settimanale nostro partner

PRIMOSEGNO EDIZIONI