Cerca
  • Redazione

Criptovalute: TAR del Lazio, sent. n. 01077/2020

Sentenza che poco aiuta a comprendere il fenomeno delle criptovalute. La decisione riguarda l’assoggettamento alle imposte delle stesse. All’esame vi era la questione se la detenzione delle criptocurrency debba essere indicato nel quadro RW nella dichiarazione dei redditi. La risposta è stata in senso affermativo. Il TAR, dopo aver ripercorso le diverse qualificazioni del fenomeno, sia sul piano giurisprudenziale, sia su quello dottrinario, evita di fornire una definizione di cosa siano, ma incentra l’attenzione sulla funzione, definendola tipicamente di scambio. Conseguentemente, quale mezzo di scambio per l’acquisto di beni e servizi od per operazioni di investimento, ha ritenuto che le valute virtuali debbano essere considerate per la loro funzione, e come tali assimilabili, così come i mezzi di pagamento definiti nella normativa antiriciclaggio ad opera delle modifiche introdotte con il D. Lgs. 125/2019, a redditi conseguiti all’estero.

0 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Individuate le categorie omogenee per usura

Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 242 del 30 settembre 2020 il decreto del Ministero dell’economia e delle finanze del 26 settembre 2020 di classificazione delle operazioni creditizie per categor

Antiriciclaggio: l’EBA risponde alla Commissione Europea

La Commissione europea aveva di recente investito l’EBA di suggerire le modifiche da apportare alla Direttiva (UE) 2015/849 in tema di antiriciclaggio, con l’obiettivo di maggiore rafforzamento del q