Rilancio Tiffany con la ricetta su tre punti


Il momento delicato di un’azienda fondata 180 anni fa, cioè nel 1837, non è stato difficile da superare secondo l’amministratore delegato Alessandro Bogliolo, il quale ha puntato su tre aspetti che secondo lui erano fondamentali: investire nel marchio, gratificare i dipendenti e rischiare su modelli diversi. Del resto, i numeri gli hanno dato ragione perché si trattava di spingere l’organizzazione a interpretare il brand per quello che era e a ritrovare il proprio Dna, i ricavi sono saliti a 1 miliardo di dollari, in crescita del 15%, l’utile netto a 142,3 milioni rispetto ai 92,9 milioni precedenti, tutti dati superiori alle attese degli analisti.

#rilancioaziendale #gioielli #marchistorici

0 visualizzazioni0 commenti
A cura di
LOGO PRIMOSEGNO WEK MAGAZINE.png
Le ultime notizie