Più fiducia dei cittadini dell'UE


Aumenta la fiducia nell’Unione europea, che si attesta al 42%, il livello più alto dall’autunno 2010. I livelli più alti di fiducia sono in Lituania, Portogallo e Danimarca, e Lussemburgo e Bulgaria; in 15 paesi la maggioranza degli intervistati ha fiducia nella Ue; in 19 paesi la fiducia guadagna terreno, mentre diminuisce in sei paesi, soprattutto in Belgio, Ungheria e Slovacchia. Il 40% degli europei ha un’immagine positiva dell’UE, il 37% neutra e solo il 21% negativa. Migrazioni e terrorismo sono le principali preoccupazioni degli europei: l’immigrazione è la principale sfida che la Ue deve affrontare, seguita dal terrorismo, dalla situazione economica, dallo stato delle finanze pubbliche degli Stati membri e dalla disoccupazione. Rispetto al 2014, un maggior numero di cittadini afferma di avere beneficiato di alcune iniziative dell’Unione, come la riduzione o l’eliminazione dei controlli alle frontiere per i viaggi all’estero, il calo delle tariffe per le chiamate da cellulare in un altro paese dell’UE, il rafforzamento dei diritti dei consumatori nell’acquisto di prodotti o servizi in un altro paese dell’UE o il miglioramento dei diritti dei passeggeri nel trasporto aereo.


0 visualizzazioni0 commenti
A cura di
LOGO PRIMOSEGNO WEK MAGAZINE.png
Le ultime notizie