Cooperative escluse dal bonus occupazione


La Corte di Cassazione, con l’Ordinanza n. 6491/2018, ha stabilito che la cooperativa che assume un socio lavoratore non ha diritto al credito d’imposta per incremento occupazionale previsto dal Bonus occupazione. I motivi della sentenza sono: "L’esclusione, dalla platea dei “nuovi assunti”, dei soci lavoratori di società cooperative rende chiara l’intenzione del legislatore di conferire certezza al fatto generatore del credito di imposta, escludendo così dalla fattispecie ogni possibile ambiguità. Del resto, l’equiparazione dei “soci lavoratori di società cooperative” ai “lavoratori dipendenti” risponde alla (ed è coerente con la) ratio dell’agevolazione fiscale, concessa proprio per incentivare l’incremento effettivo dell’occupazione mediante l’impiego di «nuovi assunti [che, tra l’altro] non abbiano svolto attività di lavoro dipendente a tempo indeterminato da almeno 24 mesi" (art. 7, comma 5, lett. b, legge n. 388 del 2000).


0 visualizzazioni0 commenti
A cura di
LOGO PRIMOSEGNO WEK MAGAZINE.png
Le ultime notizie