Crisi banche, poche sanzioni ai vertici aziendali a fronte di miliardi di perdite


Le 10 banche italiane colpite dalla crisi hanno subito profonde perdite per i loro azionisti e obbligazionisti con un esborso di soldi pubblici per lo Stato e posti di lavoro persi. Però le sanzioni a manager e istituti di credito delle banche finite in crisi dal 2011 sono state solo 67 milioni di euro a fronte di perdite complessive per 28 miliardi di euro. Lo rileva in uno studio la First precisando che ai vertici di questi istituti sono andati bonus per 113 milioni di euro. Necessaria quindi una legge che punisca chi procura i disastri bancari mentre nei cda deve sedere un garante pubblico indicato dalla Banca d'Italia di concerto con il Mef e una rappresentanza minima dei dipendenti negli organi di controllo secondo il segretario Giulio Romani.


0 visualizzazioni0 commenti
A cura di
LOGO PRIMOSEGNO WEK MAGAZINE.png
Le ultime notizie