Polizze dormienti; l'intervento di IVASS


L’intervento di Ivass ha interessato le compagnie di assicurazione e si è rivolta a verificare le polizze cosiddette “dormienti”, polizze in cui è avvenuto il decesso dell’assicurato e che non risultano riscosse dal beneficiario.L’ Ivass e l’Agenzia delle Entrate hanno verificato che i decessi sono stati circa 153mila. I dati ‎raccolti sono stati restituiti da Ivass alle imprese in modo che quest’ultime possano verificare le polizze effettivamente dormienti. Il decesso dell’assicurato potrebbe infatti essere intervenuto al di fuori del periodo di copertura della polizza (dopo la sua scadenza), non dando diritto al pagamento del capitale caso morte. Per le polizze effettivamente da pagare le imprese dovranno contattare prontamente i beneficiari. L'Ivass ha chiesto alle assicurazioni di fornire entro l’11 giugno 2018 informazioni su numeri e importi delle polizze da pagare e pagate, dando anche conto delle attività di liquidazione svolte.


0 visualizzazioni0 commenti
A cura di
LOGO PRIMOSEGNO WEK MAGAZINE.png
Le ultime notizie