Stop a maxi bollette con la prescrizione a 2 anni


Dal 1 marzo, il cliente, per le bollette di energia elettrica, può eccepire la prescrizione breve di due anni (rispetto ai cinque precedenti) e pagare soltanto gli ultimi 24 mesi fatturati. “Famiglie e piccole imprese – spiega l’Autorità per l’energia – in questo modo sono maggiormente protette dal rischio di dover pagare le cosiddette “maxibollette”, cioè importi di entità molto superiore al consueto, derivanti da rilevanti ritardi dei venditori (ad esempio blocco di fatturazione), rettifiche del dato di misura precedentemente fornito dal distributore e utilizzato per fatturare o perduranti mancate letture del contatore da parte dei distributori, laddove tale assenza non sia riconducibile alla condotta del cliente finale.


0 visualizzazioni0 commenti
A cura di
LOGO PRIMOSEGNO WEK MAGAZINE.png
Le ultime notizie