Kiko vince contro Wycon sul format dei negozi


Kiko vince il 2° round della “guerra” sul design dei suoi negozi.

Il gruppo Percassi – a cui fa capo il marchio di cosmetici Kiko – ha, infatti, vinto la causa di secondo grado contro Wycon, la società perugina fondata da Raffaella Pagano e Gianfranco Satta, accusata di aver “copiato” il design dei suoi punti vendita.

In pratica, la Corte d’Appello – con la sentenza 1543 del 2018 – ha confermato la pronuncia già espressa dal Tribunale di Milano nell’ottobre 2015 sul riconoscimento della protezione del design dei negozi Kiko in base al diritto d’autore.

La Corte – si legge – «ritiene di dover confermare, sostanzialmente, per l’intero la sentenza appellata, la quale ha correttamemte ed efficacemente evidenziato la presenza, nell’arredamento, dei negozi Kiko, di caratteristiche di creatività e di novità, che rendono il relativo progetto meritevole di tutela autoriale».

La sentenza della Corte d’Appello impone l’obbligo di modificare i negozi Wycon Cosmetics, presenti sul territorio nazionale, entro 150 giorni dalla notifica della sentenza esecutiva e di pagare una penale di 10mila euro per ogni negozio non modificato entro i termini stabiliti.

Dal canto suo, Wycon non ci sta e conferma la volontà di fare ricorso in Cassazione.


0 visualizzazioni0 commenti
A cura di
LOGO PRIMOSEGNO WEK MAGAZINE.png
Le ultime notizie