Bce, Nowotny: potrebbe alzare tasso depositi a -0,2%


La Banca centrale europea può spalmare il processo di aumento dei tassi di interesse della zona euro rivedendo al rialzo in primo luogo il tasso sui depositi attualmente sotto zero, portandolo in seguito in territorio positivo.

A dirlo l'esponente della Bce, Ewald Nowotny, in un'intervista, aggiungendo che il Qe dovrebbe terminare entro la fine dell'anno.

Nowotny ha sollecitato la Bce a garantire un approccio graduale iniziando con il rialzo del tasso di deposito, in territorio negativo da metà 2014.

"Non credo ci siano problemi a passare da -0,4% a -0,2% come primo passo e poi, come secondo passo inserire il tasso (principale di rifinanziamento)", ha spiegato.

"Questa è la struttura. Le tempistiche precise? E' troppo presto per dirlo", ha aggiunto Nowotny.

La Bce dovrebbe pronunciarsi a giugno o luglio su come intende uscire dal Qe.

La banca ha detto che il tasso di riferimento resterà agli attuali livelli anche 'ben dopo' la fine del programma di acquisto.

"Uno dei temi forti per accelerare forse un po' (nella normalizzazione della politica) è avere un po' di margine di manovra se dovessimo assistere a un deterioramento della condizione economica", ha aggiunto Nowotny.

"Ad oggi, i mercati si aspettano già questo sviluppo (la fine del Qe)", ha concluso. "Non credo sia necessaria un'ulteriore preparazione".


0 visualizzazioni0 commenti
A cura di
LOGO PRIMOSEGNO WEK MAGAZINE.png
Le ultime notizie