Bufera sul mercato dell’alluminio dopo le sanzioni Usa contro Rusal


L'ultima lista di sanzioni americane contro la Russia ha gettato nello scompiglio il mercato dell’alluminio. La capitalizzazione di Rusal è quasi dimezzata, dopo un tonfo in borsa di oltre il 40% ad Hong Kong, mentre il prezzo del metallo è balzato di oltre il 4% al London Metal Exchange (Lme).

Le nuove sanzioni imposte venerdì dagli Stati Uniti contro una serie di oligarchi e società russe continuano a provocare reazioni pesanti sui mercati. Rusal in particolare – il maggior produttore di alluminio nel mondo, al di fuori della Cina – è nella bufera, dopo aver comunicato questa mattina che «da una valutazione iniziale è molto probabile che ci sarà un impatto notevolmente avverso sulle attività e sulle prospettive del gruppo».

Rusal teme che le sanzioni possano spingerla verso il default tecnico su alcune obbligazioni e sta lavorando per stimare le conseguenze sulla sua posizione finanziaria.


0 visualizzazioni0 commenti
A cura di
LOGO PRIMOSEGNO WEK MAGAZINE.png
Le ultime notizie