La Germania naviga nell’oro. Ed è stato tutto accumulato negli ultimi 70 anni


La Germania vanta la più alta montagna di oro in Europa, la seconda nel mondo.

Le riserve auree della Bundesbank, la banca centrale tedesca, ammontano infatti a 3.374 tonnellate e questo stock è secondo solo a quello degli Stati Uniti, pari a 8.133 tonnellate. Ma la rapidità e l'entità dell'accumulo di oro da parte della Germania non ha eguali: le sue riserve auree furono sequestrate e azzerate dopo la seconda guerra mondiale, a causa dei saccheggi che i nazisti fecero a danno delle banche centrali degli alleati. Dagli anni ‘50, la Germania ha iniziato ad accumulare oro perché gli accordi commerciali e dei pagamenti all'epoca richiedevano che vi fosse un flusso di oro in corrispondenza con il surplus delle partite correnti. Successivamente, le riserve auree lievitarono in Germania ai tempi del marco tedesco forte: la Bundesbank, per evitare un apprezzamento eccessivo della valuta, vendeva marchi e acquistava oro. Ora la Bundesbank è parte dell'Eurosistema e le sue riserve auree contribuiscono, pro quota in base alla chiave capitale, a quelle della Bce.


0 visualizzazioni0 commenti
A cura di
LOGO PRIMOSEGNO WEK MAGAZINE.png
Le ultime notizie