La spesa mondiale di abbigliamento cresce del 4,4% in barba alla crisi


Chi, di fronte alla crisi, teorizzava la flessione dell’abbigliamento a vantaggio di investimenti in prodotti più durevoli (accessori e calzature, nella fattispecie), dovrà ricredersi: le vendite di maglioni, gonne, pantaloni e abiti in generale continuano a crescere.

Nel 2017 il mercato mondiale dell’abbigliamento si è attestato poco sotto i 1.500 miliardi di dollari, in salita del 4,4% rispetto al 2016. Questo tasso di crescita annuo dovrebbe mantenersi stabile per i prossimi cinque anni. Non si tratta solo di un aumento di valore del mercato: in volume, le vendite di abbigliamento hanno toccato i 154 miliardi di pezzi, in salita del 2,3% sul 2016.

L’Europa è il mercato più importante in valore per l’abbigliamento femminile: nel 2017 il fatturato del segmento ha sfiorato i 162 miliardi di dollari, quasi un terzo di quello globale, mettendo a segno un +1,7% rispetto al 2016.


0 visualizzazioni0 commenti
A cura di
LOGO PRIMOSEGNO WEK MAGAZINE.png
Le ultime notizie