Lavoro, meno contratti a tempo indeterminato


Crescita di assunzioni stabili nel 2015 e 2016 trainata dagli incentivi contributivi mentre i contratti a tempo indeterminato nel 2017 diminuiscono e tornano al livello del 2014. I dati sono riportati nella nota congiunta sull'occupazione di Istat, Ministero Lavoro Inps, Inail e Anpal secondo i quali nel 2017 le attivazioni a tempo indeterminato e le trasformazioni in rapporto di lavoro stabile sono state 2.220.000 con un calo del 10,77% rispetto al 2016 di 2.488.000. Nel quarto trimestre 2017, il numero di attivazioni a tempo determinato raggiunge il livello massimo 1 milione 891 mila della serie storica dal primo trimestre 2011.

#lavoro

0 visualizzazioni0 commenti
A cura di
LOGO PRIMOSEGNO WEK MAGAZINE.png
Le ultime notizie