Astaldi, vertice con le banche per la ricapitalizzazione


Tutti gli occhi sono puntati sul consiglio di amministrazione, previsto per la giornata, e lo snodo è la futura ricapitalizzazione da 300 milioni di euro, parte di un'operazione complessa in principio prevista di 400 milioni.

Un importo considerevole, rispetto alla capitalizzazione di Borsa (che e' attorno ai 250 milioni), ma necessario per mettere in sicurezza il costruttore del nuovo ponte sul Bosforo e della Metro 5 di Milano.

Inizialmente, la super iniezione di liquidità in Astaldi avrebbe dovuto essere divisa in modo paritetico tra un aumento di capitale da 200 milioni e strumenti finanziari per un importo identico. Poi la scorsa settimana banche e advisor hanno chiesto di rivedere i termini del piano. La parte di strumenti sarebbe stata depennata, e allo stesso tempo verrebbe aumentata la ricapitalizzazione che ricade sul mercato e sulla famiglia.

Di fatto due terzi dell'aumento di capitale serviranno per coprire la svalutazione del Venezuela. Nel paese sudamericano, travolto da una crisi economica senza precedenti, Astaldi aveva una posizione di circa 430 milioni tra crediti e lavori in corso, di cui si pensa di poter recuperare solo 200 milioni circa.


0 visualizzazioni0 commenti
A cura di
LOGO PRIMOSEGNO WEK MAGAZINE.png
Le ultime notizie