Fusione Renault-Nissan: allo studio acquisto della quota di Stato francese


Renault e Nissan, il partner più importante dell’alleanza industriale tripartita, stanno studiando la fusione. Le due società, nell’ottica di rafforzare ancora di più i legami, secondo Reuters stanno lavorando a un piano che prevede che Nissan rilevi il 15,01% del capitale di Renault. Quota di controllo del car maker transalpino che è in mano pubblica ed è detenuta dal Tesoro francese. Nissan al momento è il secondo azionista di Renault con il 15%. Altri, principali, azionisti della società francese sono BlackRock con il 5,08%, Daimler con il 3,10% e il fondo pensioni norvegese che ha l’1,86% del capitale. Con la cessione della quota in mano al Tesoro francese, Nissan salirebbe al 30,01% del capitale di Renault.

Il costruttore giapponese, a sua volta, al momento vede Renault come primo azionista con il 43,4% del capitale. Seguito, a molta distanza, da fondo pensioni giapponese (5,16%), Jp Morgan (4,3%), Daim Spain (3,3%) e BlackRock (1,5%).

La cessione della quota pubblica francese sarebbe l’anticamera per una vera e propria fusione tra le due società.


0 visualizzazioni0 commenti
A cura di
LOGO PRIMOSEGNO WEK MAGAZINE.png
Le ultime notizie