La super-Università italiana che studia i cambiamenti climatici


Prende corpo l’alleanza tra le Scuole universitarie Normale, Sant’Anna e Iuss, ora riunite in una federazione con un unico consiglio di amministrazione, un solo collegio dei revisori dei conti e un nucleo di valutazione.

Nel nuovo dipartimento federato per lo studio del clima ogni Scuola apporterà le competenze in cui è specializzata: quelle chimico-fisiche e matematiche per la Normale, utili a capire le relazioni tra clima e agenti inquinanti; quelle legate alle scienze agrarie e all’ingegneria per il Sant’Anna, che si concentrerà sull’impatto del clima sulla salute, sull’economia, sulle discipline giuridiche; e quelle sulla gestione dei rischi per lo Iuss, all’avanguardia nell’ingegneria sismica e nelle emergenze. Tutte e tre le Scuole applicheranno poi le conoscenze e gli strumenti per l’elaborazione di grandi masse di dati, su cui investono da anni.


0 visualizzazioni0 commenti
A cura di
LOGO PRIMOSEGNO WEK MAGAZINE.png
Le ultime notizie