Notifica di atti giudiziari all'amministratore e conflitto di interessi


Per riscuotere i propri crediti l’amministratore

non può notificare l’atto giudiziario a se stesso quale legale rappresentante del condominio. In base alla sentenza del 30 novembre 2017 del Tribunale di Milano III sezione (e sulla stessa linea anche la sentenza n. 19149/2014 della Cassazione) l’amministratore non può notificare un decreto ingiuntivo (derivante da fatture insolute emesse per l’attività da lui svolta) a se stesso a causa di un evidente conflitto di interessi, ma occorre procedere alla nomina di un curatore speciale del condominio.


0 visualizzazioni0 commenti
A cura di
LOGO PRIMOSEGNO WEK MAGAZINE.png
Le ultime notizie