No ai patti successori: notaio sospeso


La sentenza 27664/2017 della Corte di Cassazione ha confermato la sanzione della sospensione dall’esercizio della professione per un notaio che ha avallato dei patti successori. Nella fattispecie il notaio aveva avallato una convenzione tra due coniugi con la quale si stabiliva che, in caso di commorienza degli stessi, il 50% degli utili dell’impresa del marito sarebbero andati in parti uguali ai figli della coppia. La convenzione peraltro prevedeva impossibilità di modificare l’accordo se non con il consenso di entrambi i coniugi. L’art. 458 c.c. considera nulli i patti successori perché implicano di fatto l’impossibilità di disporre liberamente del proprio patrimonio tramite testamento, anche fino all’ultimo istante di vita.


0 visualizzazioni0 commenti
A cura di
LOGO PRIMOSEGNO WEK MAGAZINE.png
Le ultime notizie