Lusso, driver la fascia accessibile (+6%)


Lo studio “The luxury and cosmetics financial factbook” afferma che il settore lusso continuerà a crescere, più lentamente rispetto al passato, e con la parte più bassa della piramide a fare da driver. Il mercato dei personal luxury goods nel 2016 ha toccato i 318 miliardi di euro e da qui al 2020 crescerà del 3,6% ogni anno. A crescere a ritmi quasi doppi (+6%) nel medesimo periodo di tempo sarà, invece, il segmento entry-to-luxury, che abbina l’ esclusività a un buon punto prezzo, arrivato a 101 miliardi di euro nel 2016. Sono molti i fattori che spingeranno l’entry to luxury nel prossimo futuro: la crescita della classe media cinese, l’atteggiamento “mix and match” della clientela che ha abbandonato il total look per un mix tra brand alti e bassi e, infine, la progressiva “casualizzazione” dello stile e un target digitalizzato e informato. Il 2016 è stato anche l’anno record per le operazioni M&A nel lusso (116, il 53% in più rispetto al 2016) ma la dimensione media dei deal è diminuita.


0 visualizzazioni0 commenti
A cura di
LOGO PRIMOSEGNO WEK MAGAZINE.png
Le ultime notizie