Il procuratore di Roma invita alla cautela i suoi sostituti


La direttiva inviata dal Procuratore di Roma ai suoi sostituti in tema di reati societari, prevede di adottare cautela prima di procedere all’iscrizione nel registro degli indagati. In particolare se l’indagine riguarda atti amministrativi, atti di società e prestazioni professionali. La circolare precisa infatti che nel caso di reati societari se la società no ha una struttura elementare o minimale può risultare molto complesso ricostruire la condotta umana che ha portato alla commissione dell’illecito.

Il Procuratore ha pertanto chiesto ai P.m. di valutare attentamente l’esercizio del potere di cui all’art.335 c.p.p..


0 visualizzazioni0 commenti
A cura di
LOGO PRIMOSEGNO WEK MAGAZINE.png
Le ultime notizie