Source Powershares allarga la gamma su ETFplus: l‘accesso a S&P 500 e Euro Stoxx 50 più cheap d


Source Powershares, da poco entrata nella galassia Invesco, porta anche su Borsa Italiana, le b shares di due equity ETF proponendo nuove soluzioni con TER ai minimi della categoria su due degli indici più famosi e investiti, l’Euro Stoxx 50 e lo S&P 500. Con il lancio di questi prodotti l’issuer punta a completa l’offerta su ETFplus con le classi a distribuzione di comparti già quotati nelle alternative con reinvestimento dei proventi mantenendo anche il posizionamento strategico di emittente più economico sul mercato europeo per prodotti su questi due indici: la modalità di replica per Source continua infatti ad essere di tipo sintetico e pertanto meno onerosa. Source Powershares replica i due noti indici nelle versioni Total Return Net chiedendo un TER di appena lo 0.05% per entrambi gli ETF. Quotato in EUR e già presente ormai da due anni su Xetra e Six Swiss Exchange, il Source S&P 500 UCITS ETF , valuta di riferimento USD, replica, con AUM ormai oltre i 2 miliardi e mezzo di EUR, l’S&P 500, il noto indice large cap statunitense composto da 500 titoli (tra i quali primeggiano IT 24.6%, financials 16.93%, healthcare 16.73%) con capitalizzazione non inferiore ai 5 miliardi di dollari. Modalità di replica, frequenza di ribilanciamento trimestrale e TER sono condivisi con il Source Euro Stoxx 50 UCITS ETF che tracciando invece l' Euro Stoxx 50 Index vanta un portafoglio di 50 blue chip (financials 23%, consumer goods 20.44%, industrial 14.83%) che complessivamente coprono il 50% della capitalizzazione del mercato dell’ Eurozona. Anche questo prodotto, lanciato nel 2009 e con AUM oggi a quota 281 milioni di EUR, era già disponibile su Xetra e Six Swiss Exchange. I due prodotti, entrambi a distribuzione, differiscono però per la frequenza con la quale offrono alla clientela il pagamento dei dividendi che risulta trimestrale per il prodotto sull’indice americano mentre semestrale per l’ETF sull’equiy europea. La modalità di replica adottata, nel dettaglio, si avvale di un contratto swap, stipulato con una controparte, la cui finalità è quella di scambiare i flussi (il differenziale) derivanti da un paniere di azioni globali o titoli ad esse correlati detenuto dall’ETF (ne costituisce il patrimonio) con la performance dell’indice di riferimento. I comparti possono avvalersi del prestito titoli (securities lending).


0 visualizzazioni0 commenti
A cura di
LOGO PRIMOSEGNO WEK MAGAZINE.png
Le ultime notizie