Il Consiglio di Stato vieta alle Regioni di dare indicazioni sui farmaci


Con la sentenza n. 4546 del 29 settembre 2017, il Consiglio di Stato ha ribadito il principio secondo cui le Regioni non possono limitare i livelli essenziali di assistenza, nemmeno “raccomandando” ai medici l’utilizzo di alcuni farmaci rispetto ad altri, valutati come meno convenienti nel rapporto costi/benefici.

Tali livelli essenziali, infatti, devono restare uniformi sul territorio nazionale per l' essenziale garanzia del diritto alla salute (art. 32 Cost.). Questo ha lo scopo di evitare ingiustificate disparità di trattamento terapeutico tra i pazienti residenti nelle diverse Regioni.


0 visualizzazioni0 commenti
A cura di
LOGO PRIMOSEGNO WEK MAGAZINE.png
Le ultime notizie