La sostenibilità della moda ora è certificata dalla blockchain

Avani Appareal, Womsh e Matchless London: tutte aziende della moda che hanno iniziato a sfruttare la blockchain per certificare la sostenibilità della loro produzione, sia dal punto di vista ambientale che da quello sociale. Merito di Genuine Way, start up italo-svizzera , con una idea semplice e rivoluzionaria al tempo stesso: permettere alle aziende diautocertificare la propria produzione, senza l'intervento di enti terzi, consentendo contemporaneamente al consumatore di accedere a tutte le informazioni sul prodotto finito, attraverso il proprio smartphone, con la scansione di un QR Code.

0 visualizzazioni0 commenti
A cura di
LOGO PRIMOSEGNO WEK MAGAZINE.png
Le ultime notizie